Atletica in Umbria » Parliamo di corse e non solo » sovrapposizioni
Patrizio
Inviato il 08/04/2009 16.45.38
  oggi guardando i calendari mi sono reso conto di quanto ci si voglia fare del male ci sono sempre più gare sovrapposte nella stessa regione e ognuno rivendicherà sicuramente la propria ragione con il solito scontro Perugia-Terni, permettetemi non credo che non si possa arrivare ad una risoluzione conveniente a tutti.
Oggi ho visto che in 7 giorni si verificano due casi il primo il 25 Aprile mattino gara di Arrone pomeriggio gara a Montone , il 1 Maggio gara di Bagnaia e ora giro del lago di Piediluco e ci sono tante altre situazioni con gare di stesso livello, ora non mi dite che tanto da Perugia non vengono a Terni e viceversa perdere 50/80 atleti per una gara è importante da tutti i punti di vista sia di prestigio che economico dobbiamo valutare che il bacino Folignate è a metà strada tra Perugia e Terni e qui che c'è famosa DOVE SI VA?
Peccato che non ci sia un minimo di collaborazione tra le società ne va a scapito di tutto il movimento.

Stefano Tofi
Inviato il 11/04/2009 9.10.59
  Ciao Patrizio, purtroppo è vero, in qualche caso si verificano delle sovrapposizioni di date.
Vorrei fare però alcune considerazioni personali prima di esprimermi sull'oggetto della discussione.
Come avrai avuto modo di vedere, io sono entrato nel mondo del podismo da circa sei anni, e durante questo periodo (passando da atleta a presidente) ho toccato con mano tutti gli aspetti societari, quali il tesseramento, l'organizzazione delle gare, i rapporti con le altre squadre (regionali ed extraregionali). In ciò sono rimasto sorpreso positivamente da alcuni aspetti, e precisamente:
a)la possibilità di accorpare in una manifestazione competitiva tutte le generazioni, dai piccolini di 4 anni fino ai veterani di 80 anni ed oltre (maestri di vita per noi più giovani). Almeno per me è una gioia vedere uno scenario del genere.
b)il fatto che negli ultimi anni sempre più realtà paesane scelgono di organizzare una gara podistica, invece del solito quadrangolare di calcio (sport questo che ci martella tutto l'anno).
c)l'incremento dei tesserati (delle squadre in genere), segno questo che stiamo contribuendo alla diffusione della cultura di uno sport pulito, dello star bene insieme, dell'associazionismo e perchè no, di un pizzico di competizione che non guasta mai.
d)la presenza tutte le domeniche (ed infrasettimanali quando possibile) di gente che percorre 100-150 Km per non prendere mai premi (a parte il pacco gara), ma solo per il piacere di condividere una mattinata di sport ed amicizia.
Ora, considerando che il nostro è un settore amatoriale e promozionale non vincolante e non vincolato da eventi Nazionali, alla luce di quanto di positivo apporta il ns. sport, ed in base al principio di democrazia che è sovrano ogni giorno ed in tutti gli aspetti della vita di ogni singolo individuo, quando ci sono più realtà che intendono organizzare una manifestazione nello stesso giorno, mi pongo alcune domande:
1)se dipendesse da me, quale diritto avrei di permettere lo svolgimento di una gara anzichè dell'altra?
2)con quale faccia mi presenterei di fronte all'organizzatore della gara scartata, per dirgli:"mi dispiace, ma lei non può organizzare perchè ......"
3)di fronte a gare definite "storiche", perchè sono decenni che vengono organizzate, come potrei andare di fronte al comitato organizzatore e dirgli :"mi spiace, ma c'è una gara nuova alla quale dovete cedere il posto".
Consideriamo anche il fatto che molte gare sono legate a gare paesane, che non verrebbero mai organizzate al di fuori della festa per assenza di infrastrutture.
Pertanto, secondo me, per quanto possibile sarebbe bene evitare le sovrapposizioni di date, ma quando non c'è rimedio (per quanto appena citato), pazienza. D'altronde anche il gruppo giudici a volte fa i salti mortali pur di accontentare tutti e garantire anche per la piccola gara paesana tutti i servizi tecnici dei grandi eventi.
Sperando di aver apportato un contributo positivo alla discussione, colgo l'occasione per porgere a tutti il mio augurio di Buona Pasqua.

Saluti
Stefano Tofi


patrizio
Inviato il 11/04/2009 17.34.46
  ciao Stefano condivido a pieno il tuo discorso e porto proprio l'esempio del 21 giugno giorno da tempo fissato per una gara dell'umbriatur,nella stessa data zona città di castello mi chiamano a me per organizzare un gara (anche se di dimensioni ridotte)ma una gara a scopo benefico quindi dovrei essere il primo a riflettere,ma quello che volevo dire che fare un tavolo e progammare nel limite del possibile ed evitare sovrapposizioni come quelle del 25 aprile vedi Arrone e Montone,solo un minimo di collaborazione in più tra società per valorizzare al meglio tute le gare.
un saluto Patrizio

stefano tofi
Inviato il 12/04/2009 1.03.46
  In questi termini condivido a pieno il tuo pensiero.
Buona Pasqua.

Stefano



 





Servizio FREE offerto da www.chatexpert.it - forum, chat, guestbook gratis per il tuo sito: clicca qui

Links utili: LiveHelp® live chat - SOSTANZA®