Atletica in Umbria » Parliamo di corse e non solo » perchè non si torna a correre????????
patrizio
Inviato il 31/10/2010 22.31.32
  Carissimi amici podisti e podiste,leggendo questi ultime discussione mi sembra di ascoltare i tg nazionali dove le varie fazioni politiche cercono di trovare cavilli per discriminare uno oppure l'altro, ed un pò quello che sta succedendo in questo blog ogni post è spunto per pizzicarsi,è vero che ognuno può dire la sua e fare critiche costruttive,o meno, ben venga tutto ma ultimamente mi sembra che si sta un pò esagerando, qualche tempo fa questo forum era campo di battaglia per sfottò,di racconti di cadute e battute e suggerimenti oggi come detto mi pare che stiamo facendo quello che ci fa vedere la tv,è una battaglia continua è un emulare qualcuno. Se si tornasse a parlare di più di corse vere di sfide,e di sani sfottò che poi in gara ci sono ci divertiremmo molto di più e sicuramente ci si farebbe qualche risata,penso che sotto sotto tutti ne abbiamo bisogno.
Se tornate hai primi post di questo forum le battaglie di Papes,Faxx,Mauri,Baldini,Alex,Baffo,Saraeva..... era un ridere tutti assieme a questo venivono fuori anche qualche critica e consigli per migliorare il nostro mondo ,oggi MI pare che non sia così.
Comunque Buone corse a tutti

michele
Inviato il 31/10/2010 22.51.40
  A proposito di cose BELLE (non polemiche), verso l'arrivo del percorso corto, ho incrociato "l'uomo ragno" (io lo chiamo bonariamente così da quando lo vidi per la prima volta ad una campestre) oggi credo che fosse l'ultimo, dato che dietro aveva solo l'ambulanza ERA BELLISSIMO!!!
Quello si che è correre.. ..incurante di tutto/tutti.. ..passione pura..
Mi ha fatto tornare in mente un altro GRANDISSIMO che vedevo passare, sin da piccolo, per Elce a Perugia con il suo passo INCESSANTE: ORIOLI!!! Che poi sarebbe diventato mio "amico di scarpe running" (chi lo avrebbe mai detto!) PIACEVOLI RICORDI! un saluto

fausto
Inviato il 09/11/2010 21.37.10
 
CITAZIONE (michele del 31/10/2010 22.51.40):

A proposito di cose BELLE (non polemiche), verso l'arrivo del percorso corto, ho incrociato "l'uomo ragno" (io lo chiamo bonariamente così da quando lo vidi per la prima volta ad una campestre) oggi credo che fosse l'ultimo, dato che dietro aveva solo l'ambulanza ERA BELLISSIMO!!!
Quello si che è correre.. ..incurante di tutto/tutti.. ..passione pura..
Mi ha fatto tornare in mente un altro GRANDISSIMO che vedevo passare, sin da piccolo, per Elce a Perugia con il suo passo INCESSANTE: ORIOLI!!! Che poi sarebbe diventato mio "amico di scarpe running" (chi lo avrebbe mai detto!) PIACEVOLI RICORDI! un saluto


Visto che è stato citato (e ringrazio Michele per questo), vorrei ricordare anch'io mio padre Giancarlo, un grande, se non per i risultati, per l'entusiasmo che ha sempre avuto per la corsa: ricordo le sue 11 maratone corse solo a New York, per non parlare di Boston, Londra, Amsterdam, Milano, Venezia, Firenze e delle tante gare corse in zona, sempre nelle retrovie e sempre con il sorriso sulle labbra. A Perugia è stato uno dei primi a correre su strada (già dai primi anni 70). Se ci fosse, sarebbe ancora con noi...
Fausto

michele
Inviato il 09/11/2010 23.24.23
  Grazie a te Fausto per il ricordo.. ..da subito, grazie a LUI, ho capito cosa doveva essere per me la corsa.. ..PASSIONE PURA! GRAZIE!

GIANFRANCO
Inviato il 10/11/2010 16.19.57
 
ricordo le sue 11 maratone corse solo a New York, per non parlare di Boston, Londra, Amsterdam, Milano, Venezia, Firenze e delle tante gare corse in zona, sempre nelle retrovie e sempre con il sorriso sulle labbra. A Perugia è stato uno dei primi a correre su strada (già dai primi anni 70).


Il mio ricordo di Giancarlo è ancora più datato nel tempo: anno 1952, località Civitella Benazzone (PG), festa del Patrono. Tre pionieri del podismo, Giancarlo Orioli, Moeris Mori e Giuseppe Bistocchi diedero vita ad una delle prime corse su strada, se non la prima sulla distanza di mille metri e su strada sterrata, senza giudici e cronometristi, con una moto d'epoca Mondial che faceva da staffetta alzando un polverone micidiale, ci fu il seguente ordine d'arrivo: 1° Mori, 2° Orioli, 3° Bistocchi. Naturalmente non esistevano premi di partecipazione ne tantomeno di classifica, ma finì tutto con un bel ristoro dell'epoca e qualche discussione all'interno dell'unica "bottega" del paese. Gianfranco Brugnoni

Fausto
Inviato il 11/11/2010 0.18.57
  Grazie anche a te Gianfranco per il bel ricordo e per avermi fatto scorrere davanti immagini da foto ingiallite, anche perché mio padre non mi aveva mai parlato di questa gara da pionieri del 1952, con la Mondial davanti. Infatti, è sempre stato "malato" di sport, dal grande tifo per Fausto Coppi alle gare vinte in bicicletta (poi mio nonno gli impedì di entrare in una squadra dilettanti), alla passione per il Milan (andò in fiat 500 a vedere Milan-Santos a San Siro) e poi per il Perugia. Tanta passione, che lo ha portato anche a fare il suo lavoro nello sport. Io lo ricordo anche alla Settimana Verde di Carloni (le ha fatte quasi tutte), tappe durissime e spesso in condizioni climatiche estreme. Insomma, altri tempi (di sicuro non c'erano orologi satellitari o reintegratori), ma forse da rimpiangere.
Fausto Orioli

michele
Inviato il 11/11/2010 0.51.02
  Non sò se qualcuno di voi, più grande di me, conosca Burnelli Alberto (vinceva le corse non sò in quali anni, considerando che ora è ottantenne).. ..mi ha fatto vedere delle vecchissime foto di corse podistiche (chiamarle gare mi sembra brutto!) fatte (non saprei bene collocare l'anno, dovrei chiderlo a lui) su "strade" sterrate a Perugia.. ..una bellissima in Viale Roma, completamente sterrata in mezzo a quel viale bellissimo!
Sarebbe da fare una raccolta di foto di quei tempi "eroici"! saluti Michele
Altro che satellitari.. ..veder quei percorsi con quelle scarpe, mi viene il mal di piedi solo a pensarci!

Roberto
Inviato il 11/11/2010 8.29.02
  Ciao Fausto,
anche qui a Foligno ricordiamo tutti tuo padre, specialmente me, Peppe e mio zio Agostino Ceppi....ho avuto anch'io la fortuna di partecipare ai primi giri dell'Umbria (La Settimana Verde).
In particolare mi ricordo quelli del 1980 e 1980, 5 tappe con un solo giorno di riposo da un minimo di 16 fino a 27 Km in compagnia dei più forti atleti dell'epoca.
Avevo solo 18 anni e la soddisfazione maggiore era finire tutte le tappe...possibilmente senza camminare mai, solo correndo.
Davvero altri tempi.

Roberto Pallotta

Peppe Tomassoni
Inviato il 11/11/2010 9.10.13
  Caro Fausto, scopro questa mattina, leggendo sul Forum, che tu sei figlio di Giancarlo, nostro grande amico e nel ricordarlo ho provato una forte emozione - Non mi dilungo nei tanti ricordi e negli elogi, ti dico solo che noi partivamo da Foligno per venire a prendere le scarpe a Perugia perchè sapevamo di avere sempre ottimi consigli per gli ... acquisti ma soprattutto prezzi onestissimi per i podisti - Personaggio che ricordiamo con piacere - saluti Peppe

mauri
Inviato il 11/11/2010 9.28.21
 
CITAZIONE (michele del 11/11/2010 0.51.02):

Sarebbe da fare una raccolta di foto di quei tempi "eroici"! saluti Michele



Bellissima idea Michele!

Sarei felicissimo di aprire una sezione di Atletica in Umbria da dedicare a queste foto storiche!

chi ne avesse puo', sin da ora, inviarne copia all'indirizzo mboncio@atleticainumbria.it
oppure a peppe tomassonig@alice.it

saluti

Mauri

2  3 


 





Servizio FREE offerto da www.chatexpert.it - forum, chat, guestbook gratis per il tuo sito: clicca qui

Links utili: LiveHelp® live chat - SOSTANZA®